Evoluzione nel tempo dei Premi Balzan
In base ai suoi Statuti spetta al Consiglio della Fondazione Balzan "Premio" stabilire categorie, numero ed ammontare dei Premi Balzan. In relazione alla disponibilità finanziaria i Premi possono essere ridotti, per ciascun anno, a due o anche a uno solo.

Sulla base dei montanti che la Fondazione Balzan "Fondo" ha potuto mettere a disposizione, la Fondazione Balzan "Premio" ha corrisposto i Premi Balzan nel modo seguente:

1979 – 1987: CHF 750.000 = 3 Premi da CHF 250.000
1988 – 1990: CHF 900.000 = 3 Premi da CHF 300.000
1991 – 1995: CHF 1.050.000 = 3 Premi da CHF 350.000
1996 – 1998: CHF 1.500.000 = 3 Premi da CHF 500.000
1999 – 2000: CHF 2.000.000 = 4 Premi da CHF 500.000
2001 – 2010: CHF 4.000.000 = 4 Premi da CHF 1 milione (*)
dal 2011: CHF 3.000.000 = 4 Premi da CHF 750.000 (*)

(*) la metà da devolvere dal premiato a progetti di ricerca

Il Premio per l’umanità, la pace e la fratellanza fra i popoli, attribuito sei volte dal 1979, era dotato di montante doppio rispetto agli altri premi. Dal 2014 è di CHF 1 milione.
La Fondazione Internazionale Premio Balzan "Fondo"
La Fondazione Internazionale Premio Balzan "Fondo" fu istituita nel 1961 quale soggetto di diritto svizzero con personalità giuridica propria. La sua sede è a Zurigo. È diretta da un Consiglio di Fondazione di sette membri, fra i quali i due delegati designati rispettivamente dai Governi Italiano e Svizzero. La Fondazione Balzan "Fondo" è stata riconosciuta come Fondazione di pubblica utilità ed è sottoposta alla vigilanza sulle fondazioni del Dipartimento federale dell’interno.

Lo scopo della Balzan "Fondo" è “di raccogliere, preservare e amministrare il patrimonio lasciato da Eugenio Balzan per mettere a disposizione della Fondazione Internazionale Premio Balzan "Premio" i mezzi finanziari necessari all’attuazione delle sue finalità.”

Il Consiglio "Fondo" rende noto di avere incaricato quattro rinomate banche svizzere della gestione del patrimonio sulla base di mandati d'investimento con direttive puntualizzate e prudenti, mandati simili a quelli degli investitori istituzionali quali le casse di pensione pubbliche. In particolare sono esclusi investimenti in titoli speculativi e in prodotti strutturati.

Negli anni '90 i continui cospicui proventi della gestione finanziaria hanno permesso alla Fondazione Balzan "Fondo" di aumentare progressivamente la dotazione dei premi Balzan. Questa politica corrisponde all'obbligo istituzionale della Fondazione Balzan "Fondo" secondo il quale i proventi derivanti dal patrimonio non devono servire ad una eccessiva accumulazione del capitale di Fondazione, bensì devono essere utilizzati soprattutto per la realizzazione degli obiettivi della Fondazione Balzan "Premio".

Data la costante incertezza per quanto riguarda l'evoluzione dei mercati finanziari e l'attuale scarsa redditività dei capitali, per precauzione il Consiglio della Fondazione Balzan "Fondo" dal 2011 ha ridotto la dotazione dei Premi a tre milioni di franchi svizzeri. Questa decisione tiene conto anche della forte rivalutazione del franco svizzero non soltanto rispetto all'euro, bensì anche rispetto al dollaro americano. I quattro Premi Balzan ammontano quindi a 750.000 franchi l'uno, di cui la metà da destinare a progetti di ricerca.
  • Gisèle Girgis-Musy (Svizzera)
    Presidente
    Membro del presidio di Caritas Svizzera; Vicepresidente della Lega contro il cancro del Canton Zurigo; membro della Fondation Jean Monnet pour l’Europe; già Delegata del Consiglio federale elvetico per l’approvvigionamento economico del Paese; già membro della Direzione Generale della Federazione delle Cooperative Migros
  • André Bandi (Svizzera)
    Consigliere

    Partner di Survista Financial Advisors SA; Certified Financial Analyst (SFAA); Certified International Wealth Manager CIWM; Membro della Swiss Financial Analyst Association (SFAA)
  • Luisa Bürkler-Giussani (Svizzera)
    Consigliera
    Dott.ssa iur., avvocato; membro di direzione della Lega contro il cancro del Cantone Zurigo; vicepresidente del Consiglio della Fondazione Hirzel-Callegari
  • Enrico Decleva (Italia)
    Consigliere
    già professore ordinario di storia contemporanea; già Rettore dell'Università degli Studi di Milano; già Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane
  • Carlo Fontana (Italia)
    Consigliere
    Presidente Agis (Associazione Generale Italiana dello Spettacolo), già Senatore della Repubblica Italiana; già Sovrintendente del Teatro alla Scala di Milano
  • Stefan Gerster (Svizzera)
    Consigliere
    Dott. iur., LL.M.; Avvocato specialista FSA diritto della costruzione e dell'immobiliare
    Socio di CMS von Erlach Poncet SA
    Membro della Royal Institution of Chartered Surveyors (MRICS)
    Docente all'Università di Zurigo, Center for Urban & Real Estate Management (CUREM)
  • Laura Sadis (Svizzera)
    Consigliera
    lic. oec. publ. ed Esperta fiscale dipl. fed.; membro dell'assemblea del Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR); già Consigliera nazionale; già Consigliera di Stato del Canton Ticino, responsabile del Dipartimento delle finanze e dell'economia
  • stampa stampa
rimani1
informato
via mail
Scrivi la tua mail