50 anni fa: il Papa torna in Quirinale per il Premio Balzan
Per la prima volta un Papa incontra lo Stato Italiano: Giovanni XXIII, insignito del Premio Balzan, ricevuto dal Presidente della Repubblica Segni alla Cerimonia di consegna

Cinquanta anni fa, l'11 maggio 1963, Papa Giovanni XXIII (Angelo Roncalli) entrò in Quirinale a Roma per partecipare alla cerimonia di consegna dei Premi Balzan: la prima volta nella storia che un Pontefice della Chiesa Cattolica usciva dal Vaticano per recarsi nei luoghi istituzionali dello Stato Italiano.
In quel palazzo del Quirinale che era stato per tre secoli residenza papale, venne ricevuto dal Presidente della Repubblica Italiana Antonio Segni, che procedeva alla consegna degli altri quattro Premi Balzan a Karl von Frisch (per la biologia), Paul Hindemith (musica), Andrej Kolmogorov (matematica), Samuel Eliot Morison (storia).
La presenza del Papa fu un evento storico e non previsto, giacché a Giovanni XXIII il Premio Balzan per la pace l'umanità e la fratellanza tra i popoli era stato consegnato il giorno prima (10 maggio) nella Basilica di San Pietro, da Giovanni Gronchi, ex presidente della Repubblica e alllora presidente della Fondazione Internazionale Balzan.
Fu anche l'ultimo impegno pubblico di Giovanni XXIII, che morì, ottantaduenne, pochi giorni dopo, il 3 giugno 1963.
Questo evento senza precedenti ebbe vastissima eco nella stampa internazionale e nelle testimonianze storiche, tra le quali proprio quella di Samuel Eliot Morison ("co-premiato" con Giovanni XXIII) che così registrò il fatto, con grande partecipazione, nel suo libro di memorie "Vistas of History": Egli [il Papa] dichiara che la cerimonia di oggi è il coronamento di un lungo processo, e - rivolgendosi al Presidente Segni - “tramite le vostre mani viene consegnata una testimonianza di alto significato a colui che rappresenta, quaggiù, il Principe della Pace; il vostro gesto esprime, nel modo più eloquente, un'aspirazione unanime degli uomini e delle nazioni.” (Alfred A.Knopf, New York, 1964: pp 9-10)
  • stampa stampa
rimani1
informato
via mail
Scrivi la tua mail