Eventi Balzan a Parigi 21-22 maggio 2015
La Fondazione Internazionale Balzan sarà ospite di due prestigiose istituzioni a Parigi il 21 e 22 maggio 2015 per due appuntamenti di approfondimento sulla valorizzazione delle scienze, della cultura e delle iniziative umanitarie.

Giovedì 21 maggio alle ore 18, presso l'Istituto italiano di cultura a Parigi, Dominique Schnapper, Premio Balzan 2002 per la sociologia, terrà una conferenza dal titolo "Quel est le sens de l’action humanitaire aujourd’hui ?".  
La relazione sarà introdotta da Marina Valensise, direttrice dell'Istituto italiano di cultura a Parigi, dall'ambasciatore di Svizzera a Parigi Bernardino Regazzoni, dai presidenti della Fondazione Balzan "Premio" e del Comitato generale Premi, Enrico Decleva e Salvatore Veca; sarà seguita da testimonianze di organizzazioni francesi che sono state insignite del Premio Balzan per l'umanità, la pace e la fratellanza tra i popoli; per la Fondation Abbé Pierre interverrà Christophe Robert,  per Vivre en Famille Maurice Labaisse.

Venerdì 22 maggio, alle 15.30, nella Grande Salle del Palazzo dell’Institut de France, l'Académie des Inscriptions et Belles-Lettres svolgerà una seduta tematica dal titolo "Le rôle des fondations dans le développement de la recherche scientifique". 
I discorsi introduttivi del Segretario perpetuo dell'Académie des Inscriptions et des Belles-Lettres Michel Zink, e del Cancelliere dell'Institut de France Gabriel de Broglie saranno seguiti dalle relazioni di Enrico Decleva e Salvatore Veca.

Questo doppio appuntamento è in linea con la vocazione originaria della Fondazione Balzan di promuovere le scienze, la cultura e le iniziative umanitarie in un’ottica internazionale, favorendo l'incrocio e il confronto tra di esse.
La presenza a Parigi, in istituzioni di così alto valore e prestigio, oltre a rinsaldare una storica relazione con la Francia, si inquadra nell'impegno progressivo della Fondazione Balzan di creare e stringere legami con le più importanti istituzioni culturali e scientifiche d'Europa, grazie al Premio e ai Premiati. Come sottolinea il presidente della Fondazione Balzan "Premio" Enrico Decleva, «Assegnare dei premi è anche un modo per richiamare l’attenzione di un più largo pubblico su figure e personalità di alto livello che vi si sono impegnate con risultati particolarmente importanti e degni di menzione. Per questo ci sentiamo in dovere di organizzare per i nostri premiati occasioni di presentazione, seminari, conferenze. Lo facciamo periodicamente fatto in Italia e in Svizzera. Vorremmo farlo in maniera crescente nelle principali capitali europee».  
La scelta è stata confortata dal successo ottenuto dal seminario di tre premiati Balzan tedeschi (Ludwig Finscher, Manfred Brauneck e Reinhard Strohm) tenutosi a gennaio 2014 all’istituto italiano di cultura di Berlino.
  • stampa stampa
rimani1
informato
via mail
Scrivi la tua mail