I Premi Balzan 2012 Consegnati a Roma dal Presidente della Repubblica

Roma, 14 novembre 2012 - Oggi a Roma, al Palazzo del Quirinale, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha consegnato i Premi Balzan 2012 a:
 
David Charles Baulcombe (Gran Bretagna), Università di Cambridge, per l’Epigenetica.
Ronald Dworkin (USA), New York University, per la Teoria e filosofia del diritto
Kurt Lambeck (Australia), Australian National University, per le Scienze della Terra solida, con particolare attenzione ai contributi interdisciplinari
Reinhard Strohm (Germania), Università di Oxford, per la Musicologia.

La cerimonia si è svolta alla presenza dei presidenti della Fondazione Internazionale Balzan “Premio”, Bruno Bottai, e “Fondo”, Achille Casanova,. Secondo il rito cerimoniale ogni premiato, presentato da Salvatore Veca, Presidente del Comitato generale Premi, ha pronunciato un discorso di accettazione e ringraziamento.
La cerimonia di consegna dei Premi Balzan si svolge ad anni alterni a Roma, alla presenza del Presidente della Repubblica, e a Berna, alla presenza di un membro del Consiglio Federale, solitamente il Capo del Dipartimento dell'Interno, in rispetto della doppia nazionalità italo-svizzera della Fondazione.

Il Premio Balzan 2012 per l’epigenetica è stato assegnato a David Charles Baulcombe “Per il contributo fondamentale alla comprensione dell'epigenetica e del suo ruolo nello sviluppo delle cellule e dei tessuti in condizioni normali e condizioni di stress”.
Ronald Dworkin è stato premiato per la Teoria e filosofia del diritto “Per i suoi fondamentali contributi alla teoria generale del diritto, condotti con profondità di analisi, originalità di risultati e chiarezza argomentativa in fecondo interscambio con le teorie etico-politiche e con le pratiche del diritto”.
A Kurt Lambeck è andato il premio per le scienze della terra solida, con particolare attenzione ai contributi interdisciplinari “Per i suoi straordinari contributi alla comprensione delle relazioni tra aggiustamento isostatico post-glaciale e variazione del livello dei mari. Le sue scoperte hanno impresso una svolta radicale alle scienze climatiche”.
Nel campo della musicologia Reinhard Strohm è stato premiato “Per le sue vaste ricerche sulla storia della musica europea nel contesto dello sviluppo della storia sociale e culturale dal tardo medioevo ai nostri giorni, e per le dettagliate descrizioni della musica vocale colta, specialmente della antica musica sacra di area fiamminga, e delle opere di Vivaldi, Händel e Richard Wagner”.

Per ciascun premio la Fondazione Internazionale Balzan ha assegnato 750.000 di franchi svizzeri (circa 620.000 euro), ammontare che consente di annoverare il Balzan tra i più generosi premi internazionali che promuovono nel mondo la cultura e le scienze. Metà della somma deve essere destinata dagli stessi premiati a progetti di ricerca condotti preferibilmente da giovani studiosi. In dodici anni 48 progetti di ricerca di tutte le discipline scientifiche e umanistiche, condotti da giovani di tutto il mondo, finanziati dal Premio Balzan con 23 milioni di franchi.
Le materie premiate (che cambiano ogni anno venendo scelte tra lettere, scienze morali, arti e scienze fisiche, matematiche, naturali e medicina) e i vincitori sono scelti dal Comitato Generale Premi, organismo della Fondazione Internazionale Balzan “Premio”, presieduto da Salvatore Veca e composto da venti insigni studiosi di dieci Paesi europei.

La cerimonia è seguita giovedì 15, dal "Forum Interdisciplinare dei premiati Balzan 2012", tenutosi all'Accademia Nazionale dei Lincei; un’occasione di confronto pubblico sulle materie premiate quest’anno, con i quattro Premiati, membri del Comitato generale Premi Balzan, Accademici dei Lincei.

  • stampa stampa
rimani1
informato
via mail
Scrivi la tua mail