Premio Balzan: un premio per la ricerca
Milano / Zurigo, 17 novembre 2017 - Dal 2001 i vincitori dei Premi Balzan sono tenuti a destinare metà del riconoscimento in denaro al finanziamento di progetti di ricerca, condotti preferibilmente da giovani ricercatori.
I progetti di ricerca dei premiati Balzan mettono in luce la particolare vocazione del Premio: generare nuovi e interessanti ambiti di studio e di ricerca scientifica.
In sedici anni (2001 - 2016) 63 progetti di ricerca di tutte le discipline scientifiche e umanistiche, condotti da giovani di 20 paesi del mondo, coinvolgendo nel lavoro (direttamente o indirettamente) circa 500 ricercatori, sono stati finanziati dal Premio Balzan con 28,625 milioni di franchi svizzeri (circa 26 milioni di euro).
Altri quattro programmi di ricerca nelle materie premiate 2017, (studi sulla memoria collettiva - studi di genere - approcci immunologici nella terapia del cancro - il sistema planetario solare e gli esopianeti) saranno presentati dai Premiati 2017, unitamente al progetto del Premiato Balzan 2016 per le relazioni internazionali: storia e teoria, assegnato quest'anno.
Come consuetudine, tali programmi conterranno indicazioni sulle linee di lavoro, sui responsabili e sugli istituti, o centri di ricerca, sedi dell'attività: la loro approvazione da parte del Comitato Generale Premi Balzan darà il via al finanziamento diretto, da parte della Fondazione Balzan "Fondo", di cinque nuovi progetti con 375.000 franchi ciascuno (circa 325.000 euro).
Con la quota relativa ai Premi assegnati nel 2017 (CHF 1.875.000), l'ammontare totale del finanziamento alla ricerca del Premio Balzan supererà il traguardo dei 30 milioni di franchi svizzeri (CHF 30.500.000, circa EUR 26,500,000).
La Fondazione Balzan "Premio" segue lo sviluppo dei progetti, ricevendo rapporti e consuntivi da parte degli stessi Premiati. Il risultato tangibile, fino ad oggi, è stato evidenziato dalla pubblicazione di centinaia di importanti articoli accademici e una ventina di volumi con contributi innovativi, oltre a conferenze e workshop.
  • stampa stampa
rimani1
informato
via mail
Scrivi la tua mail