Gli atti del Forum interdisciplinare dei Premiati Balzan 2009
Dopo l'apertura del presidente del Fondo nazionale svizzero Dieter Imboden e del presidente del Comitato generale Premi Balzan Salvatore Veca, i vincitori del Premio Balzan 2009, presentati da membri del Comitato Generale Premi, hanno esposto al pubblico una sintesi e una linea interpretativa degli studi che hanno valso loro il Premio: a Brenda Milner per le neuroscienze cognitive, a Terence Cave per la letteratura a partire dal Cinquecento, a Michael Grätzel per la scienza dei nuovi materiali e a Paolo Rossi Monti per la storia delle scienze.

In successione, le esposizioni di Brenda Milner, Terence Cave, Michael Grätzel e Paolo Rossi Monti sono state seguite da un intervento di commento e domande di approfondimento da parte di alcuni accademici svizzeri: Dominique de Quervain (direttore della divisione di Neuroscienze cognitive all'Università di Basilea), Frédéric Tinguely (direttore del Dipartimento di Lingua e letteratura francese moderna all'Università di Ginevra), Frank Nüesch (capo del Dipartimento Polimeri funzionali al Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca) e Raphael Scholl (dell'Istituto di Filosofia dell'Università di Berna).

Nella parte conclusiva, il presidente delle Accademie svizzere delle scienze Peter Suter ha stimolato il pubblico e i premiati ad esprimersi su tre temi basilari: in che modo le opere dei premiati promuovono il dialogo tra studi umanistici e scienze naturali?, come potrebbero influire i risultati ottenuti su altre discipline?, quali sono le implicazioni dei risultati raggiunti per il futuro sviluppo delle scienze umanistiche e naturali?

Il Forum e il volume di atti sono frutto delle Convenzioni di collaborazione sottoscritte dalla Fondazione Balzan "Premio" con le Accademie svizzere delle scienze e con l'Accademia Nazionale dei Lincei per la divulgazione di studi scientifici e umanistici di respiro internazionale.
  • stampa stampa
rimani1
informato
via mail
Scrivi la tua mail