Humanists with Inky Fingers: atti della Annual Balzan Lecture di Anthony Grafton
È stato pubblicato dalla casa editrice Leo S. Olschki di Firenze il libro che raccoglie gli atti della Annual Balzan Lecture tenuta da Anthony Grafton, Premio Balzan 2002 per la storia degli studi umanistici, a Zurigo il 20 dicembre 2010, dal titolo "Humanists with Inky Fingers. The Culture of Correction in Renaissance Europe".
In lingua inglese, il libro è disponibile nella rete di vendita Olschki (http://www.olschki.it/pagina.htm, 86 pagg, al prezzo di 15 euro).
Si tratta del secondo volume della serie sulle Annual Balzan Lectures, che si tengono alternatamente in Italia e Svizzera, nell’ambito delle Convenzioni di collaborazione sottoscritte dalla Fondazione Balzan "Premio" con le Accademie svizzere delle scienze e con l'Accademia Nazionale dei Lincei per la divulgazione di studi scientifici e umanistici di respiro internazionale.

Nella sua dissertazione, Anthony Grafton spiega come nella «Repubblica delle lettere» europea del Cinque-Seicento quella della correzione dei testi fosse un’attività che impegnava i migliori ingegni del tempo tanto nella collaborazione quanto nella competizione. La sua analisi illustra come, oltre a emendare semplicemente i testi per la tipografia, l’intervento del correttore erudito poteva assumere sfumature diverse, dalla semplice critica al dissenso, che influivano così, in differenti modi, sulla pubblicazione del contenuto.
  • stampa stampa
rimani1
informato
via mail
Scrivi la tua mail