Enrico Bombieri
Italia/USA
Premio Balzan 1980 per la matematica
Per i suoi studi sulla teoria dei numeri e sulle superfici di area minima, si pone con le sue ricerche e la sua produzione scientifica all’avanguardia nel panorama della matematica contemporanea.
Nato a Milano nel 1940, è considerato uno dei più grandi matematici contemporanei.
Docente di analisi matematica alla Scuola Normale di Pisa dal 1974, attualmente lavora all’Institute for Advanced Study dell’Università di Princeton nel New Jersey.
Il suo principale interesse è stato, fin da giovanissimo, per la teoria dei numeri e per le superfici di area minima. Per questi suoi studi e per quelli di analisi matematica gli è stata assegnata nel 1974 la medaglia Fields.
L’attività matematica di Bombieri si è esplicata in oltre settanta lavori che spaziano dalla teoria dei numeri e delle superfici di area minima alla teoria della trascendenza, la teoria delle funzioni univalenti, le somme di esponenziali, la geometria algebrica e, più recentemente, la teoria dei gruppi finiti.
In particolare Bombieri ha elevato il metodo del grande crivello di Linnik a uno dei più potenti strumenti disponibili ai nostri giorni per lo studio dei numeri primi e, più in generale, per l’aritmetica analitica (teorema di Bombieri del valore medio).
I suoi lavori più recenti sono dedicati a questioni di trascendenza e alla soluzione del problema dell’unicità dei gruppi di Ree. Quest’ultimo lavoro in particolare dimostra la prodigiosa capacità di calcolo di Bombieri grazie alla quale ottiene una sorprendente soluzione per mezzo degli strumenti classici dell’algebra e della geometria algebrica.

(1980)
  • stampa stampa
rimani1
informato
via mail
Scrivi la tua mail