Kenneth Vivian Thimann
USA
Premio Balzan 1982 per la botanica pura e applicata
Per la sua interpretazione della funzione degli ormoni nel controllo dell’accrescimento e sviluppo delle piante. In particolare, per aver isolato l’ormone della crescita (auxina) e aver dimostrato la sua costituzione chimica. Questa scoperta ha avuto anche importanti applicazioni pratiche in agricoltura.
Kenneth Vivian Thimann (*1904 †1997), è autore di circa trecento pubblicazioni nel campo della fisiologia vegetale. I risultati da lui ottenuti, in particolare l’interpretazione della funzione degli ormoni nel controllo e nello sviluppo delle piante, sono stati altamente apprezzati dalla comunità scientifica.
Nel 1933 Thimann ha condotto a termine l’indagine biochimica della sostanza di cui Fritz Went aveva scoperto l’azione stimolante sull’accrescimento dei vegetali, dimostrando che tale sostanza, oggi conosciuta col nome di auxina, è l’acido indol-3-acetico.
Usando auxina sintetica Thimann e collaboratori dimostrarono che essa inibisce la formazione delle gemme; ma questo effetto inibitore trova un antagonista nell’effetto promotore di un altro ormone, la cinetina. In questo campo di studio l’opera di Thimann si è sviluppata con l’analisi delle funzioni degli ormoni vegetali e delle loro interazioni nell’accrescimento e nello sviluppo delle piante. Ha dimostrato che gli ormoni sono attivi, in modo diverso, a tre livelli di concentrazione, e ha determinato le curve ottimali, che sono diverse per le foglie, per i cauli e per i germogli. La dimostrazione del modo con cui i singoli ormoni lavorano in connessione con gli altri ormoni presenti è giustamente considerata come una grande chiarificazione dovuta all’opera di Thimann. L’interesse e le iniziative del Thimann spaziano in parecchi altri campi della fisiologia vegetale, sempre rivolti a problemi fondamentali, e sempre con ricerche di alta qualità. Così, per esempio, egli ha analizzato la biosintesi delle antocianine (pigmenti a cui sono dovuti i colori dei fiori e dei frutti), l’azione delle varie zone dello spettro luminoso sulla fotosintesi, i fattori che controllano il meccanismo della senescenza delle foglie, ecc.
Non si può trascurare l’importanza che queste scoperte hanno per l’agricoltura e l’orticoltura. Sostanze sintetiche, che simulano l’effetto delle auxine sono usate per promuovere l’accrescimento dei germogli. Si evita la caduta precoce dei frutti irrorando ripetutamente con auxina i meli in tempo opportuno. L’auxina ad alta concentrazione ha un’azione venefica ed è usata come erbicida.
Oltre ai lavori specifici il Thimann ha pubblicato anche parecchi libri di sintesi e di alta divulgazione. Egli è anche un maestro, che ha ispirato e guidato più di una generazione di botanici, quale decano di una linea di ricerca, che ha rivoluzionato la fisiologia vegetale.
 
(1982)
  • stampa stampa
rimani1
informato
via mail
Scrivi la tua mail