I VINCITORI DEI PREMI BALZAN 2009 (settembre 2009)

Sono stati annunciati i vincitori dei Premi Balzan 2009:
 
Terence Cave (UK), St John’s College, Oxford, per la letteratura a partire dal Cinquecento;
Paolo Rossi Monti
(Italia), Università di Firenze, per la storia della scienza;
Brenda Milner
(Canada-UK), McGill University, Montreal, per le neuroscienze cognitive;
Michael Grätzel
(Svizzera-Germania), Politecnico di Losanna, per la scienza dei nuovi materiali.
 
I Premi Balzan 2009 sono stati annunciati a Milano dal presidente del Comitato Generale Premi della Fondazione Balzan, Salvatore Veca, con il presidente della Fondazione Balzan “Premio”, ambasciatore Bruno Bottai, nella Sala Buzzati della Fondazione Corriere della Sera.I profili dei vincitori e le motivazioni dei premi sono stati illustrati da quattro prestigiosi esponenti del Comitato generale Premi.
Karlheinz Stierle (professore emerito di Letterature romanze all’Università di Costanza; membro della Heidelberger Akademie der Wissenschaften, socio straniero dell’Accademia Nazionale dei Lincei) ha motivato l’assegnazione del premio a Terence Cave per la letteratura (a partire dal Cinquecento): «per i suoi fondamentali contributi a una nuova comprensione della letteratura rinascimentale e dell’influenza della poetica aristotelica sulla letteratura europea moderna»
Nicolette Mout (vicepresidente Comitato Generale Premi, professore di Storia moderna e di Storia dell’Europa centrale all’Università di Leida, membro della Reale Accademia Olandese di Scienze e Lettere) ha motivato l’assegnazione del premio a Paolo Rossi Monti per la storia della scienza: «per i suoi decisivi contributi allo studio dei fondamenti intellettuali della scienza dal Rinascimento all’Illuminismo».
Lord Krebs of Wytham (presidente del Jesus College di Oxford e membro della Royal Society di Londra) ha motivato l’assegnazione del premio a Brenda Milner per le neuroscienze cognitive: «per i suoi studi pionieristici sul ruolo dell’ippocampo nella formazione della memoria e la sua identificazione di diversi tipi di sistemi di memoria».
Enric Banda (Professore ricercatore di Geofisica all’Istituto di Scienze della terra di Barcellona, Consiglio nazionale spagnolo delle Ricerche - Csic; Presidente di Euroscience, Strasburgo) ha motivato l’assegnazione del premio a Michael Grätzel per la scienza dei nuovi materiali: «per i suoi numerosi contributi alla Scienza dei nuovi materiali e in particolare per avere inventato e sviluppato un nuovo tipo di cellula solare fotovoltaica, la Dye Sensitized Cell (Dsc, cella a pigmenti fotosensibili), meglio nota come cella di Grätzel».
 
Il presidente del Comitato Generale Premi, Salvatore Veca, ha poi annunciato le materie premiande del prossimo anno, 2010: Storia d’Europa (1400-1700); Storia del teatro in tutte le sue forme espressive; Biologia delle cellule staminali e loro potenziali applicazioni; Matematica (pura o applicata).
 
L’incontro milanese, al quale sono intervenuti il presidente della Fondazione Corriere della Sera, Piergetano Marchetti, e Massimiliano Finazzer Flory, assessore alla Cultura del Comune di Milano (che ha dato il patrocinio all’annuncio dei Premi), si è chiuso con la Lectio Magistralis di Luigi Luca Cavalli-Sforza, Premio Balzan 1999 per la Scienza delle origini dell’uomo, su La cultura italiana: una storia multidisciplinare.

RIMANI INFORMATO
VIA MAIL
Vuoi ricevere tutti gli
aggiornamenti sulla
Fondazione Internazionale Premio Balzan?
invia