Iniziative culturali Balzan a New York e Washington (novembre 2009)

La Fondazione Internazionale Balzan rinnova i legami con il Nordamerica grazie ad alcune iniziative culturali in programma a New York e Washington DC, in collaborazione con le ambasciate d’Italia e della Confederazione Svizzera negli Stati Uniti, e con l’Italian Academy.

I Premi Balzan Enrico Bombieri (1980, per la matematica), Wallace S. Broecker (2008, per la scienza del mutamento climatico) e Thomas Nagel (2008, per la filosofia morale) parteciperanno lunedì 9 novembre a New York a un Balzan Forum presso l’Italian Academy for Advanced Studies in America.
L’incontro è una conversazione fra i tre studiosi sui temi più importanti dell’attualità e della scienza, interpretati dal punto di osservazione delle rispettive discipline.

Alla Carnegie Institution for Science di Washington, giovedì 12 novembre, ancora Wallace S. Broecker parlerà delle più rilevanti questioni ambientali, chiedendosi «What can we do about Fossil Fuel CO2?» («Cosa possiamo fare per la CO2 dei combustibili fossili?»). All’evento parteciperanno anche il presidente della Carnegie Institution for Science, Richard A. Meserve, e gli ambasciatori di Italia e Svizzera negli Stati Uniti, Giulio Maria Terzi di Sant’Agata e Urs Ziswiler.

Gli incontri con i Premiati e con la Fondazione Balzan in terra americana costituiscono anche l’occasione per riaprire un importante e poco conosciuto capitolo di storia del Novecento, con il libro curato da Renata Broggini «Eugenio Balzan. L’emigrazione in Canada nell’inchiesta del “Corriere”. 1901», appena pubblicato in Italia dalla Fondazione Corriere della Sera, nella collana Le carte del Corriere. Il volume raccoglie e inquadra storicamente gli articoli che Eugenio Balzan, giovane cronista inviato dal quotidiano milanese diretto da Luigi Albertini (quotidiano del quale sarebbe poi divenuto direttore amministrativo e anche azionista), scrisse sulla drammatica vicenda di emigrazione italiana in terra canadese, che suscitò un vivace dibattito politico in Italia; e che Gian Antonio Stella, nella prefazione, collega alle vicende attualissime dell’immigrazione in Italia, mostrando le molte coincidenze e la scarsa conoscenza del fenomeno, vecchio e nuovo, sul quale molti ritengono di aver titolo e strumenti per discutere.
Il lavoro di Renata Broggini, presentato dalla curatrice alle istituzioni culturali e diplomatiche italiane in Usa, contribuisce a dare una importante chiave di lettura del rapporto tra la Fondazione Balzan e l’America del Nord.

La Fondazione Internazionale Balzan fu istituita grazie al patrimonio lasciato da Eugenio Balzan, amministratore del Corriere della Sera fino al 1933. Promuove nel mondo la cultura, le scienze e le più meritevoli iniziative intellettuali e umanitarie, assegnando attualmente quattro premi annuali, due nelle lettere, scienze morali e arti; due nelle scienze fisiche, matematiche, naturali e nella medicina. Per la migliore attuazione degli scopi istituzionali, la Fondazione Balzan “Premio” organizza inoltre lectures, forum e simposi anche negli Stati Uniti, in collaborazione con istituzioni governative e diplomatiche e con le maggiori accademie scientifiche e culturali.


Balzan Forum in New York
A conversation on Mathematics, Climate Change and Moral Philosophy
with Balzan Prizewinners

lunedì 9 novembre 2009, dalle ore 17.30 alle 19.30
presso l’Italian Academy for Advanced Studies in America
1161 Amsterdam Ave., New York
Per informazioni e prenotazioni (entro il 5/11): nb2413@columbia.edu

Balzan Lecture 2009

What can we do about Fossil Fuel CO2?
Wallace S. Broecker
giovedì 12 novembre 2009, dalle ore 18.45 alle 20.00
presso la Carnegie Institution for Science, 1530 P Street, NW, Washington DC
Per informazioni e prenotazioni (entro il 6/11): bbarbin@ciw.edu

Renata Broggini (a cura di)
Eugenio Balzan, L’emigrazione in Canada nell’inchiesta del «Corriere». 1901

Collana “Le carte del Corriere”
Edizioni Fondazione Corriere della Sera, 2009
ISBN 9788817037006

RIMANI INFORMATO
VIA MAIL
Vuoi ricevere tutti gli
aggiornamenti sulla
Fondazione Internazionale Premio Balzan?
invia