Royaume-Uni

Eric Hobsbawm

Prix Balzan 2003 pour l'histoire européenne depuis 1900

Pour sa brillante analyse de la douloureuse histoire de l’Europe du Vingtième Siècle et son habileté à marier la profondeur de ses recherches historiques à un grand talent littéraire.

Vincitore del Premio Balzan 2003 per la storia europea dal 1900, Eric Hobsbawm (*1917 – †2012) ha dedicato la sua attenzione alla storia dell’Europa per tutta la sua carriera scientifica, iniziata negli anni cinquanta, epoca in cui la storiografia si vide confrontata con influenze ideologiche. I movimenti sociali, i ribelli della società, i rivoluzionari sono stati suo costante oggetto di studio, come testimoniano alcuni dei suoi saggi più brillanti: Primitive Rebels: Studies in Archaic Forms of Social Movement (1959) [I ribelli, forme primitive di rivolta sociale] o ancora Labouring Men: Studies in the History of Labour (1964) [Studi di storia del movimento operaio].
La classe operaia inglese, i movimenti operai e sindacali francesi gli sono spesso serviti da modello per spiegare l’evoluzione del mondo del lavoro e tracciare le grandi linee di una storia sociale. La sua opera maggiore, che si sviluppa dal 1962 al 1994, consiste in tre volumi dedicati al “lungo XIX secolo” [L’età della rivoluzione 1789-1848; Il trionfo della borghesia 1848-1875; L’età degli imperi 1875-1914] e in un volume [Il secolo breve 1914-1991] dedicato al XX secolo. In questi quattro volumi traccia la storia dello sviluppo e delle rivolte sociali dell’Europa dalla Rivoluzione Francese alla fine del comunismo europeo. L’opera si conclude – provvisoriamente – con una lunga autobiografia, Interesting Times (2002) [Anni interessanti. Autobiografia di uno storico], che rende conto di una vita che coincide grosso modo con il secolo scorso e dove lo storico descrive motivi, problemi e incontri relativi alla sua appartenenza al partito comunista, e esprime la sua condanna della barbarie stalinista, riconosciuta come tale nel 1974. Il libro riflette e interpreta magistralmente i miti, le ideologie, le convinzioni e le attese di un’epoca conflittuale. Con grande talento di narratore, Eric Hobsbawm ne riferisce le speranze e se ne rammarica per il crollo.
Eric Hobsbawm ha condiviso il suo sapere e le sue convinzioni con tre generazioni di studenti britannici e americani in primo luogo, e con altri intellettuali in svariati paesi e ha contribuito, come già Ernest Labrousse (Premio Balzan 1979), a conferire nobiltà alla storia sociale.

Vous voulez vous inscrire ou inscrire un ami à la newsletter de la Fondation Balzan?

Prénom
Nom
Email
Je, soussigné(e), déclare avoir lu et compris la notice d'information conformément au Règlement UE 2016/679 notamment en ce qui concerne mes droits et donne mon consentement au traitement de mes données personnelles de la manière et aux fins indiquées dans la notice d'information.
Fondazione Internazionale Premio Balzan