12 Settembre 2022

I vincitori dei Premi Balzan 2022

Martha C. Nussbaum, Philip Bohlman, Robert Langer, Dorthe Dahl-Jensen e Johannes Oerlemans

I premi hanno un valore di 750.000 franchi svizzeri (circa 770.000 euro) per ciascuna delle materie. Metà da destinare a progetti che coinvolgano giovani ricercatori

I vincitori dei Premi Balzan 2022 sono:

  • Martha C. Nussbaum (USA – University of Chicago) per filosofia morale,
  • Philip Bohlman (USA – University of Chicago) per etnomusicologia,
  • Robert Langer (USA – MIT) per biomateriali per la nanomedicina e l’ingegneria dei tessuti,
  • Dorthe Dahl-Jensen (Danimarca – Università di Copenhagen) e Johannes Oerlemans (Paesi Bassi – Università di Utrecht) per glaciazione e dinamica delle calotte polari.

Il verdetto è giunto dopo la consueta riunione plenaria conclusiva del Comitato Generale Premi Balzan che ha vagliato e selezionato candidature provenienti da accademie, università e centri di ricerca di tutto il mondo. La scelta si è basata sulla validità, attualità e coerenza delle ricerche degli studiosi, individuando i fattori specifici che possono garantire l’avanzamento della conoscenza nei rispettivi campi di studio.


I nomi sono stati svelati oggi a Milano dal presidente della Fondazione Balzan “Premio”, Alberto Quadrio Curzio e dal presidente del Comitato Generale Premi Balzan Luciano Maiani in occasione del tradizionale evento serale che si è svolto alla Fondazione Corriere della Sera.


I vincitori riceveranno 750.000 franchi svizzeri (circa 770.000 euro), metà dei quali da investire in ricerca.

Iscriviti per ricevere tutti gli aggiornamenti sulla Fondazione Internazionale Premio Balzan.

Nome
Cognome
Email
Io sottoscritto dichiaro di aver letto e ben compreso l’informativa ai sensi del Regolamento UE 2016/679 in particolare riguardo ai diritti da me riconosciuti e presto il mio consenso al trattamento dei miei dati personali con le modalità e per le finalità indicate nella informativa stessa.
Fondazione Internazionale Premio Balzan