Storia

La Fondazione Internazionale Premio Eugenio Balzan nasce a Lugano nel 1956 grazie alla generosità di Lina Balzan che, alla morte del padre Eugenio e ispirandosi ai suoi propositi, destina il cospicuo patrimonio ereditato a un’opera per onorarne la memoria.

Eugenio e Lina Balzan

Eugenio Francesco Balzan, nato a Badia Polesine (Rovigo) il 20 aprile 1874, ha trascorso quasi tutta la vita lavorativa al Corriere della Sera di Milano.

Entrato nel giornale nel 1897, è diventato in pochi anni redattore, capocronaca e inviato speciale. Nel 1903 il direttore Luigi Albertini gli affida la gestione amministrativa della società editrice del Corriere, della quale diventa anche comproprietario con una piccola partecipazione azionaria.
Amministratore abile e oculato, ma anche personaggio di spicco nella Milano del suo tempo, lascia l’Italia nel 1933 per l’opposizione di ambienti ostili all’indipendenza del Corriere.

Quasi sessantenne, si trasferisce in Svizzera, tra Zurigo e Lugano, dove si era fatto accreditare le proprie rendite, collocate con successo, e prosegue l’intensa attività benefica verso enti e singoli.
Rientrato ufficialmente in Italia nel 1950, Eugenio Balzan muore a Lugano, nella Svizzera italiana, il 15 luglio 1953.

La Collezione Balzan

Eugenio Balzan, personaggio di spicco della vita imprenditoriale e culturale di Milano all’inizio del secolo ventesimo, era un collezionista di opere pittoriche: il suo gusto per l’arte e il suo intuito di investitore lo portarono ad acquistare quadri di pittura italiana di fine Ottocento, raccogliendo una cinquantina di opere di maestri come Filippo Palizzi, Domenico Morelli, Mosè Bianchi, Giacomo Favretto.

La collezione, che fa parte del patrimonio della Fondazione Balzan, amministrato dalla Balzan “Fondo” di Zurigo, è conservata dal Comune di Badia Polesine (Rovigo), città natale di Eugenio Balzan, ed esposta al pubblico nel ridotto del prezioso Teatro sociale, intitolato anch’esso a Eugenio Balzan.

Per saperne di più

Renata Broggini
Eugenio Balzan 1874-1953. Una vita per il “Corriere” un lascito per l’umanità
RCS Libri s.p.a. Rizzoli, Milano 2014

Riedizione di: Eugenio Balzan 1874-1953. Una vita per il “Corriere” un progetto per l’umanità di Renata Broggini, RCS Libri s.p.a. Rizzoli, Milano 2001
Renata Broggini
Eugenio Balzan 1874-1953 A Biography
(translated by Clarice Zdanski), Ulrico Hoepli Editore s.p.a., Milano 2007
Renata Broggini
Eugenio Balzan 1874-1953 Une biographie
(traduit par Alexandre Masson, Andrea Palasciano et Manon Valère), Alma Editeur, Paris 2020
Eugenio Balzan. L’emigrazione in Canada nell’inchiesta del «Corriere». 1901
a cura di Renata Broggini; prefazione di Gian Antonio Stella
“Le carte del Corriere”, Fondazione Corriere della Sera, Milano 2009

Video “Eugenio Balzan tra Milano e Lugano” (7′ 3″)

Lombardia Production, 2008

Iscriviti per ricevere tutti gli aggiornamenti sulla Fondazione Internazionale Premio Balzan.

Nome
Cognome
Email
Io sottoscritto dichiaro di letto e ben compreso l’informativa ai sensi del Regolamento UE 2016/679 in particolare riguardo ai diritti da me riconosciuti e presto il mio consenso al trattamento dei miei dati personali con le modalità e per le finalità indicate nella informativa stessa.
Fondazione Internazionale Premio Balzan