Il Premio Balzan 2021 per l’Arte e l’Archeologia del Vicino Oriente Antico - comunicato stampa

Giorgio e Marilyn Buccellati si uniscono a Saul Friedländer, Jeffrey Gordon e Alessandra Buonanno/Thibault Damour

Milano, 2 febbraio 2022 - La Fondazione Internazionale Balzan rende noto che il gruppo di lavoro formato da Giorgio Buccellati e Marilyn Kelly Buccellati è stato insignito del Premio Balzan 2021 per l'Arte e l’Archeologia del Vicino Oriente Antico.

Il premio, che non era stato assegnato il 13 settembre 2021 in quanto i lavori del Comitato Generale Premi Balzan, presieduto dal Prof. Luciano Maiani, non si erano conclusi, è stato loro attribuito con la seguente motivazione:
Per i successi ottenuti nello studio della cultura urrita e per aver rivelato la sua importanza come fondatrice di una grande civiltà urbana, tra le più fiorenti del Vicino Oriente Antico nel terzo millennio a.C.; per aver promosso l’approccio digitale allo studio dell’archeologia; per aver coltivato gli approcci teorici a questa disciplina.


I due vincitori, entrambi docenti alla University of California Los Angeles, riceveranno il premio il 1° luglio 2022 a Berna insieme agli altri Premiati 2021:
■ Saul Friedländer (Israele/USA), University of California Los Angeles, per Studi sull’olocausto e sul genocidio;
■ Jeffrey Gordon (USA), Washington University Saint Louis, per Microbioma in salute e in malattia;
■ il gruppo di lavoro formato da Alessandra Buonanno (Italia/USA/Germania), Max Planck Institute for Gravitational Physics, e Thibault Damour (Francia), Institut des Hautes Études Scientifiques, Paris, per Gravità: aspetti fisici e astrofisici.

Download ▼

RIMANI INFORMATO
VIA MAIL
Vuoi ricevere tutti gli
aggiornamenti sulla
Fondazione Internazionale Premio Balzan?
invia