Bio-bibliografia

Italia

Giovanni Macchia

Premio Balzan 1992 per la storia e la critica delle letterature

In un’opera magistrale di storico e di critico, ha saputo conciliare il rigore del sapere, un sottile talento psicologico, e l’arte dello scrivere grazie alla quale l’ardore della ricerca e della scoperta si è trasformato per un vasto pubblico nel piacere della lettura. Francesista, italianista, comparatista, storico del teatro e delle arti, ha apportato, con i suoi libri, la testimonianza che l’intelligenza, la cultura, la generosa simpatia hanno il potere di chiarire le gioie e le inquietudini dell’animo umano.

GIOVANNI MACCHIA è nato il 18 novembre 1912 a Trani (Bari);
è cittadino italiano;
professore incaricato di lingua e letteratura francese alla Facoltà di Lettere e alla Scuola Normale Superiore di Pisa dal 1938;
ordinario all’Università di Roma dal 1949, ove ha fondato e diretto per molti anni l’Istituto del Teatro e dello Spettacolo;
attualmente professore emerito dell’Università di Roma;
socio Nazionale dell’Accademia Nazionale dei Lincei;
medaglia d’oro dei “Benemeriti della Cultura, della Scuola, dell’Arte”, socio ordinario dell’“Arcadia”, membro dell’”Académie Européenne des Sciences, des Lettres et des Arts”; insignito dal governo francese “Officier de la Légion d’honneur et Officier dans l’ordre des Lettres et des Arts”.

Tra i suoi scritti segnaliamo:
– Baudelaire critico, Firenze, Sansoni, 1939; nuova edizione Milano, Rizzoli, 1988;
– Baudelaire e la poetica della malinconia, Napoli, ESI, 1946, nuove edizioni 1965 e 1992;
– Il paradiso della ragione, Studi letterari sulla Francia, Bari, Laterza, 1960, 1963;
– Storia della letteratura francese, I, Dalle origini a Montaigne. Torino. Eri. 1961:
– I moralisti classici. Da Machiavelli a La Bruyère, Milano, Garzanti, 1961; nuova edizione 1978, III e IV edizione Milano, Adelphi, 1988;
– La scuola dei sentimenti, Caltanisetta-Roma, Salvatore Sciascia editore, 1963, nuova edizione
1992;
– Il mito di Parigi, Saggi e motivi francesi, Torino, Einaudi, 1965, 1981;
– Vita, avventure e morte di Don Giovanni, con tre scenari della Commedia dell’Arte, Bari, Laterza, 1966; Torino, Einaudi, 1978; Milano, Adelphi, 1991 (trad. in francese, trad. parziale in tedesco);
– I fantasmi dell’opera, Idea e forme del mito romantico. Milano, Mondadori, 1971;
– Il paradiso della ragione, L’ordine e l’avventura nella tradizione letteraria francese, Torino, Einaudi, 1972, 1982;
– La letteratura francese del Medioevo, Torino, Einaudi, PBE, 1973, 1988;
– La caduta della luna, Milano, Mondadori, 1973;
– il silenzio di Molière, Milano, Mondadori, 1975. 1987 (trad. in francese);
– Baudelaire, Milano, Rizzoli, 1975;
– Il principe di Palagonia, Mostri, sogni, prodigi nelle Metamorfosi di un personaggio, Milano, Mondadori, 1978 (trad. in francese e in tedesco), 1979;
– L’angelo della notte, Milano. Rizzoli, 1979, 1988; nuova edizione, BUR, 1990 (trad. in francese);
– Pirandello o la stanza della tortura, Milano, Mondadori, 1981, 1992;
– Breviario dei politici, secondo il Card. Mazzarino, Milano, Rizzoli, 1981; nuova edizione, BUR, 1989 (trad. in francese);
– Saggi italiani, Milano, Mondadori, 1983;
– Le rovine di Parigi, Milano, Mondadori, 1985 (trad. in francese e in spagnolo);
– La letteratura francese. Dal Medioevo al Settecento, coll. “1 Meridiani”, Milano, Mondadori, 1987, 1988;
– Gli anni dell’attesa, Milano, Adelphi, 1987;
– Tra Don Giovanni e Don Rodrigo, Scenari Secenteschi, Milano, Adelphi, 1989 (trad. in francese);
– Proust e dintorni, Milano, Mondadori, 1989; Club degli Editori, 1991 (trad. in francese);
– Elogio della luce, Milano, Adelphi, 1990 (trad. in francese e in spagnolo).

Iscriviti per ricevere tutti gli aggiornamenti sulla Fondazione Internazionale Premio Balzan.

Nome
Cognome
Email
Io sottoscritto dichiaro di letto e ben compreso l’informativa ai sensi del Regolamento UE 2016/679 in particolare riguardo ai diritti da me riconosciuti e presto il mio consenso al trattamento dei miei dati personali con le modalità e per le finalità indicate nella informativa stessa.
Fondazione Internazionale Premio Balzan