Bio-bibliografia

Paesi Bassi

Jan Hendrik Oort

Premio Balzan 1984 per l'astrofisica

Per aver esercitato una profonda influenza sull’astronomia del XX secolo. È universalmente riconosciuto come un maestro in questo campo per le ricerche sulla rotazione delle galassie, sulla distribuzione dell’idrogeno nella galassia e sulle nubi gassose negli spazi intergalattici, e per lo sviluppo della radioastronomia come strumento applicato allo studio della fisica cosmica.

Jan Hendrik Oort è nato a Franeker, Olanda, il 28 aprile 1900 (*1900 – †1992);
è cittadino olandese;
assistente al laboratorio astronomico di Groningen nel 1921;
assistente ricercatore all’osservatorio della Yale University dal 1922 al 1924;
astronomo all’osservatorio di Leida nel 1924;
professore di astronomia dal 1935, poi direttore della Observatory University di Leida e presidente della Netherlands Radio-astronomy Foundation dal 1945 al 1970;
segretario generale dal 1935 al 1948 e presidente della International Astronomical Union dal 1958 al 1961;
dal 1953 socio straniero della U.S. National Academy of Sciences e di molte altre istituzioni;
dottore honoris causa delle università di Copenaghen, Glasgow, Oxford, Lovanio, Harvard, Bruxelles, Cambridge, Bordeaux e dell’Università Nazionale di Australia.

La sua produzione scientifica ammonta a circa 300 scritti, tra i quali si segnalano:
– The interstellar hydrogen line at 1 .420 Mc/sec and an estimate of galactic rotation (con CA. Muller), Nature 168 (1951);
– Problems of galactic structure, Astrophys. J. 116 (1952);
– The galactic system as a spiral nebula (con F.J. Kerr e G. Westerhout), Mon. Not. Roy. Astr. Soc. 118 (1958);
– The position of the galactic centre (con G.W. Rougoor), Mon. Not. Roy. Astr. Soc. 121 (1960);
– The formation of galaxies and the origin of the high-velocity hydrogen. Astr. Astrophys. 7, pp. 381-404 (1970);
– The Nature of the Largest Structures in the Universe, Astrophysical Cosmology, Eds. H.A. Brùck, G.V. Coyne & M.S. Longair, pubbl. Pontificia Academia Scientiarum, Città del Vaticano, pp. 145-62 (1982);
– The Galactic Nucleus, Invited Report, I.A.U. Symposium No. 106 “The Milky Way Galaxy”, Groningen (1983)

Iscriviti per ricevere tutti gli aggiornamenti sulla Fondazione Internazionale Premio Balzan.

Nome
Cognome
Email
Io sottoscritto dichiaro di letto e ben compreso l’informativa ai sensi del Regolamento UE 2016/679 in particolare riguardo ai diritti da me riconosciuti e presto il mio consenso al trattamento dei miei dati personali con le modalità e per le finalità indicate nella informativa stessa.
Fondazione Internazionale Premio Balzan