Japan

Shinya Yamanaka

Balzan Preis 2010 für Stammzellen: Biologie und potenzielle Anwendungen

Für die Entdeckung einer Methode zur Transformation ausdifferenzierter Zellen in solche mit Eigenschaften embryonaler Stammzellen.

Queste cellule, chiamate cellule staminali pluripotenti indotte o iPS (induced Pluripotent Stem cells), sono state inizialmente generate tramite l’introduzione di quattro geni (Oct4, Sox2, c-Myc, klf4) nelle cellule fibroblastiche di cavie da laboratorio, con l’aiuto di vettori retro-virali. In un articolo pubblicato nel 2006, Shinya Yamanaka dimostra che questi geni, codificanti per fattori di trascrizione, sono in grado di riprogrammare il genoma di queste cellule e di farle così ritornare a uno stadio embrionale in cui si trovano a essere capaci di generare tutti i tipi cellulari presenti all’interno dell’organismo. Successivamente, in un articolo del 2007, Shinya Yamanaka con i suoi colleghi ha dimostrato che si possono anche ottenere cellule iPS partendo da fibroblasti umani. Questi risultati hanno suscitato una vera e propria ondata di ricerche nel settore delle cellule staminali, dalle quali si attendono notevoli applicazioni terapeutiche. La scoperta degna di nota, e inattesa, della tecnologia delle cellule iPS ha aperto strade sino a quel momento insperate per la medicina rigenerativa, la scoperta di nuovi farmaci e lo studio di malattie con nuovi strumenti.

Con tali procedimenti non si incorre in quei problemi etici sollevati dalle cellule staminali embrionali – derivate cioè dall’embrione umano – e si può prevedere che in futuro gli ospedali abbiano a disposizione cellule rigenerative specifiche per ogni paziente, che non saranno pertanto soggette al rigetto immunologico.

Dopo la sua scoperta fondamentale del 2006, Shinya Yamanaka e il suo gruppo hanno dimostrato che cellule di diverso tipo, oltre a quelle dei fibroblasti, possono essere riprogrammate. Gli esperimenti svolti in seguito tendono a ridurre o addirittura ad annullare il rischio di tumorigenicità delle cellule iPS e dimostrano che si può ottenere una riprogrammazione cellulare in assenza di vettori retro-virali e dell’oncogene c-Myc.

I risultati sperimentali di Shinya Yamanaka, che hanno il merito di essere facilmente riproducibili, hanno permesso alle ricerche sulle cellule staminali e sulla medicina rigenerativa di fare un passo da gigante. Sono anche di grande importanza nel settore della ricerca fondamentale e della comprensione dei meccanismi della differenziazione cellulare e delle sue disfunzioni che portano al cancro e ad altre malattie.

Tragen Sie in das Feld Ihre E-Mail-Anschrift ein, damit Sie regelmässig den Newsletter 'Balzan Report' erhalten wollen

Vorname
Nachname
Email
Der/die Unterzeichnende erklärt, dass er/sie den Informationsvermerk gemäß der Verordnung (EU) 2016/679 insbesondere im Hinblick auf seine/ihre Rechte gelesen und verstanden hat, und gibt seine/ihre Zustimmung zur Verarbeitung seiner/ihrer personenbezogenen Daten in der Art und Weise und zu den Zwecken, die im Informationsvermerk angegeben sind.
Fondazione Internazionale Premio Balzan