Biografia

Francia

Paul Reuter

Premio Balzan 1981 per il diritto internazionale pubblico

Giurista di fama mondiale, autore di numerose opere di ricerca, esperto in negoziati internazionali, ha dato un contributo originale e allo stesso tempo decisivo all’elaborazione di importanti accordi internazionali. Paul Reuter è riconosciuto come guida dalle generazioni di studenti di ogni nazionalità formati dal suo insegnamento.

Paul Reuter è nato il 12 febbraio 1911 (†1990).

Membro dell’istituto di Diritto Internazionale.

Membro della Corte permanente d’arbitrato.

Membro della Commissione di Diritto Internazionale delle Nazioni Unite (dal 1964).

Presidente dell’Organismo internazionale di controllo degli stupefacenti delle Nazioni Unite.

Membro dell’Académie Royale de Beigique.

Relatore di corsi (1936), aggregato (1938), professore titolare della cattedra di diritto internazionale alle Università di Nancy, Poitier, Aix-en-
Provence e professore emerito dell’Università di Diritto, Economia e Scienze Sociali di Parigi.

Insegnante all’Accademia di Diritto Internazionale all’Aja e in diversi istituti e università francesi e stranieri. Vicedirettore dei “Cabinet du ministre
de l’information” (1944), poi del Guardasigilli (1945), consigliere tecnico del Gabinetto del ministro della Difesa (1947), membro dei Consiglio d’amministrazione dell’“Ecole nationale d’administration”, vicegiureconsulto del ministero degli affari esteri (1948), in Francia.

Consulente in numerosissime istanze presentate alla Corte Internazionale di Giustizia, alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, alla Corte di
Giustizia della Comunità, alla Commissione di conciliazione franco-svizzera, a diversi tribunali d’arbitrato internazionali. Arbitro e presidente del tribunale in numerosi arbitrati internazionali.

Membro del Tribunale Europeo per l’Energia Nucleare.

Iscriviti per ricevere tutti gli aggiornamenti sulla Fondazione Internazionale Premio Balzan.

Nome
Cognome
Email
Io sottoscritto dichiaro di letto e ben compreso l’informativa ai sensi del Regolamento UE 2016/679 in particolare riguardo ai diritti da me riconosciuti e presto il mio consenso al trattamento dei miei dati personali con le modalità e per le finalità indicate nella informativa stessa.
Fondazione Internazionale Premio Balzan