Il Papa in Quirinale per il Premio Balzan

L'11 maggio 1963, Papa Giovanni XXIII (Angelo Roncalli) entrò in Quirinale a Roma per partecipare alla cerimonia di consegna dei Premi Balzan: la prima volta nella storia che un Pontefice della Chiesa Cattolica usciva dal Vaticano per recarsi nei luoghi istituzionali dello Stato Italiano.
In quel palazzo del Quirinale che era stato per tre secoli residenza papale, venne ricevuto dal Presidente della Repubblica Italiana Antonio Segni, che procedeva alla consegna degli altri quattro Premi Balzan a Karl von Frisch (per la biologia), Paul Hindemith (musica), Andrej Kolmogorov (matematica), Samuel Eliot Morison (storia).
La presenza del Papa fu un evento storico e non previsto, giacché a Giovanni XXIII il Premio Balzan per la pace l'umanità e la fratellanza tra i popoli era stato consegnato il giorno prima (10 maggio) nella Basilica di San Pietro, da Giovanni Gronchi, ex presidente della Repubblica e allora presidente della Fondazione Internazionale Balzan, con questa motivazione: "Per aver contribuito al mantenimento di relazioni pacifiche tra gli stati, incoraggiando i popoli alla comprensione reciproca e stabilendo contatti anche oltre la comunità cristiana".
Fu anche l'ultimo impegno pubblico di Giovanni XXIII, che morì, ottantaduenne, pochi giorni dopo, il 3 giugno 1963.

RIMANI INFORMATO
VIA MAIL
Vuoi ricevere tutti gli
aggiornamenti sulla
Fondazione Internazionale Premio Balzan?
invia